LAD | ITA | DEU | ENG

Fossili

“A quale atto della creazione, a quale capriccio della natura le Dolomiti devono l’incredibile molteplicità di forme e di colori che avvince i nostri occhi meravigliati e ne costituisce il fascino inconfondibile?”

A questa domanda il Museo risponde con la più ricca collezione scientifica sulle Dolomiti occidentali in Alto Adige. Bellissimi fossili di piante e animali terrestri e marini documentano l’evoluzione e il processo formativo delle montagne dolomitiche nell’arco di ben 250 milioni di anni.

Corso di formazione con il paleontologo Andrea Tintori
26-27 maggio e 15 luglio 2017
Archeolepidotus
Archeolepidotus
Resti del grande ittiosauro Cymbospondylus del Seceda (241 milioni di anni fa). Rinvenuti nel 1968 da M. Strobl e J. Comploj tra i detriti della Formazione di Livinallongo presso il Giogo di Pana (Monte Seceda).
Resti del grande ittiosauro Cymbospondylus del Seceda (241 milioni di anni fa). Rinvenuti nel 1968 da M. Strobl e J. Comploj tra i detriti della Formazione di Livinallongo presso il Giogo di Pana (Monte Seceda).